Un server “domestico”

Discussion in 'Italian - Italiano' started by Megane, Feb 28, 2012.

  1. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Feb 28, 2012

    Salve a tutti.
    Navigando per la rete mi sono imbattuto in un paio di video di cui vi allego il collegamento:

    http://www.youtube.com/watch?v=UATmrLzZLP4
    http://www.youtube.com/watch?v=7tI1Pvc1YB0&feature=channel (questo è solo il primo in realtà, chi ha voglia e pazienza, come il sottoscritto, si può sciroppare tutti i video della serie)

    Vedendoli mi è venuta una voglia smodata, anche se al momento non concretizzabile, di realizzare un simile mostriciattolo, ovviamente inserendo 24 WD green power da 3 TB! I miei amici dicono che sono un po’ megalomane, forse hanno ragione ;)
    Un simile server:
    1 - non lo farei certo per la velocità dei dischi (l’accesso avverrebbe tramite scheda di rete Gigalan quindi di gran lunga più lento di un HDD);
    2 - non penso neanche di fare particolari configurazioni Raid di mirror (almeno per il momento, poi quando potrò effettivamente costruirlo magari la cosa cambierà).
    Date le 24 partizioni mi si è presentato un problema.
    Non posso (e non voglio) utilizzare Windows come sistema operativo. Le versioni più diffuse (XP, Vista, 7) possono gestire al massimo 24 partizioni (partono dalla lettera C e arrivano alla Z), le versioni Server non le conosco e non mi interessano.
    Le scelte più ovvie mi paiono 2:
    1 - Linux, nella fattispecie penso a Ubuntu x86 versione Desktop (l’ho istallato in virtuale e mi piace non poco!!!);
    2 - FreeNAS, nella versione x64 che offre il supporto alla ZFS della quale ho letto un gran bene.

    Con Ubuntu avrei un vero e proprio computer, potrei accedervi anche con il controllo remoto del desktop per gestirlo e configurarlo.
    Da quello che ho capito leggendo in giro potrei risparmiarmi l’istallazione di 3 programmi che per un utente Windows sono una croce: Antivirus, Firewall, deframmentatore.
    Ma forse sarebbe un po’ “troppo” nel senso che Ubuntu sarebbe un bel po’ sotto sfruttato perché usato in pratica solo per la condivisione dei file e per il desktop remoto, null’altro, almeno così immagino.

    Con FreNAS farei tutto da una interfaccia web, il computer sarebbe un NAS, con pregi e difetti.
    Uno di questi è che non ho capito se si possono spostare i dati da una partizione all’altra in “locale”, cioè senza passare per la rete.
    Mi spiego: io vorrei avere un HDD del server in condivisione o sul quale scaricare direttamente e poi spostare sull’HDD “finale”, sempre sul server. Questo con Ubuntu lo potrei fare con il controllo remoto, con FreeNAS non ho capito se è fattibile.

    Da quello che ho capito sia la Ext4 che la ZFS non richiedono deframmentazione; il fatto che una sia a 48 bit e l’altra a 128 bit onestamente non mi interessa molto. Non sceglierei in base a ciò quale sistema utilizzare (va detto per inciso che le altre differenze tra la Ext4 e la ZFS non mi sono molto chiare).
    Sia con Ubuntu che con FreeNAS si possono gestire i permessi a veri utenti, vari protocolli di scambio dati ecc…

    Avete consigli da darmi?
    Sia in generale sia su quale sistema operativo scegliere?
    Ovviamente altri sistemi non presi in esame sono benaccetti, purché ben motivati! ;)
  2. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Feb 28, 2012

    Ciao, i tuoi amici anno ragione :) sei un po megalomane, ora parlando di cose un po più "serie" che cosa ci fai con 24 HDD (72 Tb) di spazio??

    Se la risposta è del tipo :"voglio salvare tutta la mia collezione multimediale (film, muisca) per essere acessibile da tutta casa" allora sia ubuntu che freenas vanno bene (perchè un OS a 64bit ed l'altro a 32?).

    Se invece la risposta è più articolata la soluzione potrebbe essere OS ubuntu 64bit per poi virtualizzare i vari server per gestire il tutto.

    Per il file system io andrei dierttamente su ZFS per la parte di staorage, perchè più affidabile e molto performante, per la parte di sistema operativo ext4.

    La parte di storage in raid_z1, per ipotesi ne utilizzi 20HDD (60Tb totali utilizzabili poco più di 57Tb) oppure raid_z2 spazio totale poco più di 54Tb con vantaggio che se si piantano 2 HDD non perdi i film/muisca o foto.
  3. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Feb 28, 2012

    Se non pensavo anche io di essere megalomane in questo campo non lo avrei scritto ;)

    Perché se non erro per avere la ZFS serve la versione x64 di FreeNAS mentre tra Ubuntu x86 e Ubuntu x64 da questo punto di vista non c'è differenza.

    Diciamo che ho scritto più o meno quello che penso potrebbe essere l'uso che vorrei fare di questo mostriciattolo. lo scopo sarebbe quello di "decentralizzare"; video, musica, foto ma anche programmi e quant'altro, anche lavori oramai terminati ma non cancellabili.

    Se uso la ZFS devo usare FreeNAS, da quello che so Linux in genere non lo supporta. Per me non sarebbe un problema, non ho certo preconcetti (altrimenti non avrei postato anche qui questo messaggio).
    Proprio questo è uno dei punti che mi è maggiormente oscuro; in cosa, dal punto di vista dell'utente, sono diverse la Ext4 e la ZFS?

    Questo con 20 Hdd. Lo "speco" per la sicurezza non è molto, anzi, pensavo molto, ma molto peggio...

    Che tu sappia questo tipo di Raid è fattibile solo con FreeNAS o anche con Ubuntu?

    Dato che immagino che tu lo usi, mi sai dire se è possibile spostare file in "locale" come ho descritto nel post originale?

    Grazie, molto gentile. :)
  4. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Feb 28, 2012

    Ciao

    Mica vero anche se metti freenas 32 gestisci ZFS.

    Vediamo se con un sempio ti è più comprensibile: situazione mia

    ti scrivo dal mio kubuntu 64 dove c'è un raid-1 (2x1Tb totale spazio 1Tb) dovo salvo le foto, formattato in ext3, tramite macchina virtuale WINXP correggo le foto tramite il programma della NIKON direttamente sul raid-linux, in più dal raid-linux faccio il back-up in un dataset (tipo partizione) del NAS formattato in zfs, in più ho una copia delle foto da mostrare su un altro dataset sempre ZFS da dove vi accedo con la TV per farle vedere agli amici.

    Da tutti i data set zfs del nas sposto o copio file da linux o win e viceversa, il file system è "trasparente" per il file che salvi.

    Saluti
  5. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Feb 28, 2012

    Questo mi era sfuggito, grazie della notizia.

    Penso di aver capito (più o meno) come ti funziona la cosa.
    Ma quello che volevo sapere io era se è possibile spostare un file da una partizione all'altra del NAS senza bisogno di farlo passare prima per un altro computer.
    Al momento io ho un PC con Windows 7 x64 e un HTPC con lo stesso sistema operativo. Tutte le partizioni dell'HTPC sono condivise e genstibili dal mio pc; se io sposto un file da una partizione all'altra del mio HTPC tramite il mio PC il file "passa" per il mio pc e poi torna indietro all'HTPC. Se invece, accedo al'controllo del desktop tramite ultraVNC li sposto "normalmente" da una partizione all'altra senza fargli fare su e giù per la rete. Questo, quando sposto file da qualche Gb, è decisamente meglio...
    Quello che mi chiedevo e se questa seconda possibilità, senza il desktop remoto (che su FreeNAS non penso abbia senso) è possibile o meno.
  6. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Feb 28, 2012

    Questo succede un po con tutti i sistemi, ora con freenas ti posso dire che sulla versione 7.2 (quella che ho usato di più) c'è un gestore file acessibile dalla gui, per tanto molte opearzioni di copia e sposta le facevo da li, per evitare il pasaggio dal PC, sulla versione 8 per il momento non l'ho trovato, in mancanza rimane sempre la consolle (riga di commando) per fare diverse operazioni.
  7. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Feb 29, 2012

    Capito, per ora l'ho istallato in virtuale con VirtualBox, lo proverò un po'.
    Comunque devo dire che quel pochissimo che ho visto ieri notte, giusto prima di andare a dormire, mi è parso molto interessante.
    Nei prossimi giorni non sarò a casa quindi non potrò "sperimentare", ma voglio provarlo un po' e vedere se trovo il file manager di cui mi hai appena detto.
    Da terminale non saprei come fare, dovrei prima imparare i comandi (se sono simili al DOS non è un problema, altrimenti non li conosco), ma dato che questo piccolo mostriciattolo non nascerà proprio tra 2 o 3 giorni (purtroppo) ho tempo di imparare anche i comandi da terminale, dovessero mai servimi anche quelli... :)

    Comunque ripensando alla necessità di spostare file...
    Se creassi un unica partizione in Raid Z* (non saprei se 1 o 2) dovrei spostare solo tra le varie cartelle, al massimo darei tutta la partizione condivisa dal mio pc e metterei i file direttamente dove devono andare.
    Avendo una sola partizione l'esigenza di spostare viene molto ridimensionata.

    Hai per caso idea di quando dovrebbe uscire FreeNAS 9?
    Mi pare di aver letto che dovrebbe avere il supporto per gli HDD hot swap, e dato che in quel case tutti e 24 gli HDD sono hot swap la cosa mi interesserebbe non poco. ;)
    Premesso che non so se l'attuale versione ha o meno il supporto per l'hot swap.

    Ma se si crea un Raid Z con un certo numero di HDD e poi si vuole aggiungere un altro disco si può fare senza perdere i dati?
    Con i Raid normali, che io sappia non è fattibile, con il Raid Z come funziona la cosa?
  8. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Mar 1, 2012

    Ciao
    attento che il file manager nella versione 8 di freenas, non l'ho trovato, suppongo che non sia stato integrato, ma posso sbagliarmi, quello del quale ti parlavo io è quello presente nella versione 7.2

    Una volta creato il tuo RAID_Z potrai creare un unico dataset, che equivale a "creare una cartella" per esempio del tipo /mnt/CONDIVISIONE/FOTO dove "CONDIVISIONE" è il nome del tuo raid_Z, e FOTO è il tuo dataset, questo dataset al momento della creazione sarai te a decidere quanto grande farlo e a chi dare il permesso di leggero o scriverci.

    Il fatto di creare una unica partizione con "n" cartelle al suo interno è come creare "n" dataset nel tuo raid_z, con il vantaggio che se si pianta un HDD queslo lo sostituisci senza perdere neanche una virgola.

    Devi uscire dagli schemi win, come prima differenza ti faccio notare, come avrai capito, che gli HDD o RAID non vengono chiamati con una lettera come in win, ma bensi con il loro "punto di mount" che assomiglia ad una cartella, e questo succede un po in tutto il mondo UNIX-like.

    Se volessi approffondire cosa sia ZFS allora leggendo qua, potrai farti un idea.

    Saluti
  9. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 6, 2012

    Ciao.
    Scusa per il ritardo ma ho passato il fine settimana fuori casa e sono tornato solo ieri sera, avevo letto il messaggio in albergo ma volevo risponderti con un po' più di calma.

    Avevo capito che il file manager di cui mi parlavi era nella versione 7.2, per questo ho detto che volevo cercarlo, vedrò nei prossimi giorni se lo riesco a trovare (sempre ammesso che ci sia).


    Per quel che riguarda il RaidZ ho capito come funziona all'atto pratico (per la teoria vedrò se mi riesce di capirci qualcosa ma in fondo non è così importante, la cosa che conta è non perdere i dati).
    Riguardo il "punto di mount" so che nel mondo UNIX funziona così, non l'ho mai utilizzato perché ho sempre usato Windows ma questo certo non sarà un problema.



    Grazie, vedrò di leggermi qualche cosa, peccato che quando si arriva sul tecnico ci sia poco o nulla in italiano (o in una qualunque lingua che non sia l'inglese mi sa). Comunque vedrò di capirci qualcosa.
  10. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Mar 9, 2012

    Per quanto riguarda ZFS, sulla versione 7.2 di freenas, dovevi farti delle cosette a manina (via riga di commando), invece sulla 8.0.4 fai tutto via gui.

    Unica nota sul pasaggio dalla 7 alla 8 se hai un raid_z, come avevo io, devi mettere mano alla riga di commando per "preparare" il pool ad essere importato in automatico.

    La perdita di dati è sempre "in aguato", basta attenersi a semplici regole, io ad esempio se avessi la possibilità di 24HDD, farei due pool uno in raid_z1, per l'uso quotidiano, ed uno in raid_z2 per il back-up di tutto, su due macchine distinte, altrimenti pasta impostare gli snap-shot in modo che vengano salvati su di un supporto esterno.

    Facci sapere come procede il tuo progetto, piccola domanda che hardware hai a disposizione? nel senso CPU RAM ecc ecc
  11. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 9, 2012

    Mi fa molto piacere, dato che non conosco i comandi da terminale.

    Avessi capito una parola...
    Mi dispiace (per me, chiariamoci, non ho la competenza per capire questa terminologia, mi devo attrezzare...).

    Come ho detto in apertura è un progetto futuro, al momento non ho nulla di quello che dovrei mettere dentro questo mostriciattolo.

    Al momento ho qualche dubbio. In giro da alcune parti ho letto che basta dell'hardware modesto (potrei spostare l'hardware del mio attuale HTPC che monta un Core i3 2100 con 8 Gb di RAM su una scheda madre micro-ITX e prendere un HTPC piccolo, prefatto da configurare solo). Altre volte ho leggo che l'hardware, specie la quantità di RAM deve essere non proprio "base" per così dire...
    Sulla guida del FreeNAS 8.3 c'è addirittura scritto che per partizioni grandi con la ZFS si consiglia 1 G di RAM per ogni TB...
    Facendo 2 conti: (24-2) x 3 = 63 Gb (se facessi il RaidZ 2). Mi servirebbero 63 Gb di RAM se fosse vero!!! Non saprei che scheda madre comprare per installare un simile quantitativo...
    Non mi pare che le Sandy Bridge E arrivino a tanto, e vorrei evitare una scheda server o addirittura una dual processor... Già 24 HDD costano un botto!! Aggiungere altre spese così impegnative farebbe slittare ancora il tutto.

    Comunque, quando farò il "bimbo" come minimo ci saranno delle foto, oltre ad una dettagliata descrizione dell'hardware. :)

    Tu hai qualche consiglio?
    Data la mole di HDD che FreeNAS dovrà gestire (se mi riesce di mettere in piedi questo server) cosa mi consigli di metterci dentro come hardware?
    L'unica cosa sicura è che mi servirà una scheda per controllare gli HDD, nessuna scheda madre gestisce 24 HDD e con il tipo di connessione che offre il Norco potrò prendere una scheda che mi permetterà di collegare solo un cavo per fila di HDD (6 cavi dati e 6 cavi alimentazione al posto di 24 SATA e 24 prese di alimentazione).
    Ma oltre questo (e anche su questo non so bene che tipo prendere) sono abbastanza indeciso sull'hardware.
    Cosa non grave dato che non costruirò il Server nell'immediato futuro.
  12. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Mar 10, 2012

    Ciao

    Effettivamente questo aspetto non l'avevo considerato, si potrebbe vedere se con schede "intelligenti" raid la "fame" di RAM potrebbe diminuire.

    La cosa mi incuriosisce farrò delle ricerche e se percaso trovo qualcosa ti faccio sapere.

    Per tutto il resto c'è sempre il forum che ti aiuta.
  13. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 10, 2012

    Beh, che posso dire, grazie ancora! sei davvero molto gentile.

    Quando sarà il momento chiederò meglio e più in dettaglio. Ora ho già le idee un minimo più chiare.

    Dovrei vedere quale scheda Raid prendere, ma penso che questa sia un cosa da decidere al momento opportuno, e poi decidere se fare il RaidZ2 (o il 3 se per allora sarà integrato in FreeNAS) o il RAID 6 con la scheda.
    Ho capito che le due cose non vanno mischiate ma penso che avere l'una o l'altra non sia un problema.
    O sbaglio?
  14. Offline

    gian4nas FreeNAS Aware

    Member Since:
    Oct 13, 2011
    Messages:
    343
    Message Count:
    343
    Likes Received:
    6
    Trophy Points:
    18
    Occupation:
    Software PLC engineering
    Location:
    Gorizia, Italia
    gian4nas, Mar 11, 2012

    Per approffondire come si comporta un raid_Z2 vedi quasto video che è abbastanza esplicativo.
  15. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 11, 2012

    Uhm...
    Quindi basta sostituire gli HDD rotti con altri nuovi e automaticamente vengono aggiunti al RaidZ2 e prendono il posto di quelli vecchi?
    Molto interessante ed estremamente semplice come procedura, se poi aggiungiamo che il Norco 4224 ha gli alloggiamenti per gli HDD tutti Hot Swap e che segnala da solo quando un HDD non funziona (sia con un led che acusticamente) direi che la cosa diventa estremante interessante!
  16. Offline

    mario000 Newbie

    Member Since:
    Jul 25, 2011
    Messages:
    58
    Message Count:
    58
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    6
    Occupation:
    Tecnico Informatico
    Location:
    Catania/Viareggio
    mario000, Mar 12, 2012

    questo progetto è davvero affascinante, sono curioso di sapere come si comporta, per la ram, le nuove schede madri "standard" arrivano ad un max di 32gb, che credo siano il minimo per un'affare del genere, ma occhio anche alla cpu, non credo che un i3 basti....io andrei su qualche cosa di più corposo, almeno credo....è tutto da scoprire.
  17. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 12, 2012

    Mi fa piacere che la mia "folle" idea (così molti dei miei amici la hanno etichettata) riscuota dei consensi tra appassionati del genere!

    Per quel che riguarda le schede madri:
    le schede madri socket 1155 (Sandy Bridge) gestiscono fino a 32 Gb di RAM DDR3 (4 banchi da 8 Gb l'uno);
    le schede madri socket 2011 (Sandy Bridge-E) gestiscono fino a 64 Gb di RAM DDR3 (8 banchi da 8 Gb l'uno), ma ci sono i modelli (più "economici") che montano solo 4 zoccoli per la RAM e quindi gestiscono 32 Gb come le Sandy Bridge;
    per quel che riguarda le schede madri Ivy Bridge non sono informato.

    Se dovessi farlo adesso penso che prenderei una ASUS SABERTOOTH (sia tra le Sandy Bridge sia tra le Sandy Bridge-E).

    Per la CPU non saprei proprio, nel HTPC ho un i3 2100, nel PC ho un i7 2600K overclockato a 4,3 GHz (ma tanto è raffreddato a liquido).
    Non ho idea di cosa potrebbe servire per un computer con 24 HDD da 3 Tb gestiti da FreeNAS (presumibilmente fatto partire da un pendrive, forse USB3)...
  18. Offline

    Megane

    Member Since:
    Feb 28, 2012
    Messages:
    12
    Message Count:
    12
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    1
    Location:
    Napoli
    Megane, Mar 17, 2012

    Qualcuno sa se la richiesta di risorse Hardware (in particolare CPU e RAM) sono cambiate da FreeNAS 7.3 alla versione attuale 8.0.4?
    Lo chiedo perché in giro ci sono delle informazioni alquanto discordanti.
    Nella guida della versione 8.0.3 (che vale anche per la 8.0.4) c'è scritto che se la partizione in formato ZFS è molto grande serve 1 Gb di RAM per ogni TB di HDD.
    Considerando la quantità di HDD che vorrei usare questo implicherebbe l'uso di circa 64 Gb di RAM! Una quantità alquanto notevole, oltre che decisamente costosa.
    Riguardo la CPU non è specificato nulla nella guida, ma mi è stato detto che potrebbe essere utile un processore abbastanza potente (Core i3 2100 a 3,1 GHz potrebbe non essere sufficiente).

    Poi, cercando trovo questo intervento http://sourceforge.net/apps/phpbb/freenas/viewtopic.php?f=93&t=9810.
    In questo caso, oltre al Norco RPC-4224 sono stati impiegati altri componenti (come si vede nella penultima immagine) che immagino siano alquanto costosi.
    Nonostante ciò sono stati impiegati solo 8GB (2x 4GB Sticks) della Jigsaw (non conosco la marca ma non la critico) per quel che riguarda la RAM.
    Mentre per quel che riguarda la CPU si è scelto un AMD Phenom II 3.0Ghz Quad Core 8MB Cache.
    Il tutto (con un alimentatore da 600 W, giusto per avere un'idea) per gestire un RaidZ2 con 24 HDD da 2 Tb.

    La mia domanda è alquanto semplice (nella formulazione, mi rendo conto che la risposta forse non lo è):
    E' davvero necessario un processore molto potente e un quantitativo di RAM così enorme per far funzionare bene un Server con FreeNAS 8.0.4, la ZFS e un RaidZ2 costituito da 24 HDD da 3 Tb per una capienza utile totale di 63 Gb??

    Sapete com'è, già il case non è che costi poco e va preso all'estero, la scheda per collegare gli HDD tramite i cavi 8087 non costa poco manco lei, non è proprio il momento migliore per prendere degli HDD con quello che è successo in Thailandia...
    Preferirei non spendere "per nulla" altri soldi per dell'hardware che poi in realtà non è necessario.
    Inoltre un processore potente scalda anche molto creando il problema di raffreddarlo in modo efficiente. Io pensavo di usare lo stesso dissipatore che uso adesso nell'HTPC il Noctua NH-U9B SE2 che pare vada bene nel Norco, ma se il TDP del processore fosse troppo alto non penso che il dissipatore in questione andrebbe bene e questo aprirebbe un altro problema che onestamente preferirei evitare.

Share This Page